Archivio dei tag passaporto elettronico

Dicirmservizi

AMBULATORI CIRM SERVIZI

AMBULATORI CIRM SERVIZI SRL

 

CIRM SERVIZI SRL offre ambulatori specialistici per diversi servizi medici.

Per l’affitto dei nostri locali rivolgersi a info@cirmservizi.it

 

 

Dicirmservizi

Wellness on the Ship

Wellness on the Ship

La MLC 2006 prevede, tra l’altro, che vengano messe in essere strategie e misure di prevenzione sanitaria per i marittimi imbarcati. In tale ambito si inquadra il progetto Wellness on the Ship, che intende fornire un sostegno alla gente di mare nel pianificare un corretto piano di esercizi fisici volti al miglioramento della salute, guidando il marittimo nella scelta delle attività più idonee alle proprie caratteristiche fisiche, al proprio livello di allenamento e alle proprie motivazioni.

La proposta consiste in un servizio di consulenza a distanza gestita per posta elettronica da uno specialista dell’attività fisica del CIRM , associato ad un manuale per effettuare esercizi fisici a bordo.

Verranno raccolti i parametri fisici dei marittimi aderenti, attraverso i quali verrà pianificato un allenamento individualizzato. I piani di allenamento conterranno:

1) Programmazione periodica, obiettivi da raggiungere

2) Esercizi da effettuare e consigli tecnici sulle modalità di esecuzione

3) Intensità, durata di esecuzione dei singoli esercizi, durata delle pause.

Per maggiorni informazioni:

info@cirmservizi.it

Dicirmservizi

Auto-controllo delle Acque

Auto-controllo delle Acque

La convenzione di Manila (MLC 2006) ha previsto una serie di regole atte ad assicurare che la gente di mare abbia accesso ad una alimentazione di buona qualità, compresa l’acqua potabile, fornita in condizioni di igiene stabilite dalle norme (Title 3. Accommodation, recreationalfacilities, foodand catering -Regulation3.2 –Foodand catering).

Il C.I.R.M., da sempre impegnato nella salvaguardia della salute dei marittimi, ha sviluppato il seguente protocollo di autocontrollo delle acque potabili per offrire alle società armatrici un valido strumento per farsi trovare pronte durante le procedure in materia di verifica di conformità

come previsto dal Titolo 5 della MLC 2006 (Title 5. Complianceand enforcement).

CHE COSA E’ L’ ACQUA POTABILE

Per definizione, è detta potabile, l’acqua che può essere bevuta o impiegata nella preparazione degli alimenti senza pregiudizio alcuno per la salute. I danni alla salute possono derivare da contaminanti, di natura chimica o microbiologica, che l’acqua può raccogliere durante il suo ciclo; contaminanti che possono essere naturalmente presenti nell’ambiente, o perché dispersi dalle attività umane. L’ acqua è considerata potabile se presenta i requisiti di qualità riportati da apposite norme che stabiliscono i limiti massimi ammissibili per i parametri chimici e microbiologici che devono essere determinati per caratterizzare e stabilire se un’acqua potabile può essere definita tale. I limiti sono stati stabiliti tenendo conto dell’assunzione massima giornaliera su lunghi periodi, della natura del contaminante e della sua eventuale tossicità.

I sali contenuti nell’acqua derivano dal naturale processo di dissoluzione dei minerali costituenti le rocce ed i suoli normalmente attraversati dall’acqua. Il contenuto salino di un’acqua dipende dal tipo di roccia attraversata e dal tempo di contatto. In certi casi esso rimane pressoché costante nel tempo per qualità e quantità ed è tipico di quell’acqua. I sali disciolti sono presenti come particelle cariche sia positive che negative (ioni): l’acqua potabile è quindi una soluzione di ioni (ione calcio, ione sodio, ione bicarbonato, ione cloruro, ecc.) in concentrazione (quantità in peso per litro) ottimale. Gli ioni presenti nell’acqua sono importanti per gli organismi viventi le cui cellule svolgono le proprie funzioni perché sono immerse in soluzioni saline a concentrazione costante;    i   sali   assunti   con   l’acqua

contribuiscono a mantenerle nel giusto equilibrio. L’acqua distillata è da considerare non potabile perché priva di sali disciolti, lo stesso vale per l’acqua piovana o di fusione della neve e per la sua assunzione (in condizioni estreme) è consigliabile usare degli integratori salini. Ma quale è il quantitativo ideale di ioni nell’acqua potabile? In Italia è in vigore il Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n.31 “Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano” che disciplina la qualità delle acque destinate al consumo umano al fine di proteggere la salute umana dagli effetti negativi derivanti dalla contaminazione delle acque, garantendone la salubrità e la pulizia e fissa i valori di parametro che devono essere rispettati.

 ACQUE POTABILI

La contaminazione chimica può avere cause naturali o derivare dall’attività dell’uomo collegata ad insediamenti urbani, industriali o agricoli-zootecnici.

I contaminanti di natura microbiologica sono quei microrganismi che, se ingeriti con l’acqua, possono provocare un danno alla salute del consumatore; sono, di fatto, microrganismi patogeni cioè responsabili di malattie a trasmissione fecale-orale. Questi microrganismi sono emessi dall’individuo infetto con le feci che possono contaminare il suolo, e l’acqua che vi scorre. L’acqua funge da veicolo nella diffusione dell’infezione verso altri individui che a loro volta berranno l’acqua contaminata o consumeranno alimenti con essa preparati. A tale proposito bisogna ricordare che i batteri patogeni possono moltiplicarsi negli alimenti aumentando la carica infettante. Le malattie che possono essere trasmesse attraverso l’acqua sono alquanto numerose e sono causate da organismi quali elminti, protozoi, miceti (funghi), batteri e virus. Quindi, per stabilire se un’acqua è potabile sotto il profilo microbiologico basterebbe accertarsi che non sia contaminata da microrganismi patogeni. Ma la loro varietà e la loro ricerca è lunga e laboriosa; per tale motivo vengono ricercati i cosiddetti “indicatori di contaminazione fecale” ossia batteri (coliformi e streptococchi) normalmente presenti in gran numero, rispetto ai patogeni, nelle feci umane ed animali. La presenza di questi batteri in un’acqua ne indica la contaminazione fecale e la sospetta presenza di patogeni. In tali condizioni, pertanto, l’acqua non può essere considerata potabile.

E’ sconsigliabile bere acqua non controllata perché non valgono requisiti come la limpidezza, la freschezza e l’isolamento della zona per garantire l’assenza di rischio.

CONCLUSIONI

Forse ora è più facile capire perché è sempre più difficile trovare acqua potabile in natura: alterazioni di carattere chimico omicrobiologico, o ambedue, concorrono a rendere spesso non potabili anche acque limpide, fresche e assolutamente insospettabili. Un’acqua può essere dichiarata idonea all’uso potabile solo quando è stata analizzata sia sotto il profilo chimico, che microbiologico: nessuna altra indicazione (assenza di torbidità, gradevolezza, isolamento ambientale della sorgente) costituisce un elemento sufficiente per dichiarare un’acqua “buona” o esente da rischi. La necessità di acqua è in continuo aumento, le risorse sono limitate e sempre più spesso bisogna ricorrere ad acque superficiali, con l’impegno di risorse e di mezzi complessi per renderle utilizzabili (ad esempio processi di potabilizzazione, controlli analitici in continuo con sistemi automatici e di laboratorio, misure di salvaguardia delle risorse ecc.). Le acque fornite agli utenti tramite acquedotto possono talvolta presentare qualche alterazione del sapore e dell’odore perché “nascono” sempre più raramente da acque di buona qualità all’origine, ma più spesso vengono prodotte da laghi o fiumi mediante processi di potabilizzazione; le acque distribuite in rete sono però sicure sotto l’aspetto chimico e microbiologico perché costantemente controllate.

Indicazioni per l’uso del FOTOMETRO MONOPARAMETRO e Autocontrollo del Cloro

 Dopo un breve corso che verrà effettuato dal personale di Telemedicina del CIRM, un ufficiale di bordo (Master, 1°ufficiale di coperta, 2°ufficiale di coperta, 3°ufficiale di coperta) avrà l’abilitazione a svolgere mensilmente il controllo delle acque in cisterna. Il controllo verrà effettuato con un Fotometro Monoparametro. Questo controllo darà in tempo reale la concentrazione di Cloro presente nell’acqua (il cloro viene utilizzato per disinfettare l’acqua). I risultati verranno registrati su un file (formato pdf fornito dal CIRM) e inviati via mail presso la sede di Roma dove verranno registrati e controllati i vari parametri. Il CIRM farà così un controllo in remoto della qualità e quantità del cloro presente nelle varie cisterne della nave. Il CIRM durante la visita semestrale di Sorveglianza Sanitaria effettuerà poi il campionamento di acqua in due punti diversi della nave. Le analisi verranno effettuate presso un laboratorio di batteriologia.

Il fotometro monoparametrofornisce risultati accurati e riproducibili in modo molto veloce e di facile utilizzo da parte dell’operatore. Le analisi sono effettuate usando reagenti in compresse predosate a lunga conservazione, anche fino a 5 o 10 anni.

Per maggiorni informazioni:

info@cirmservizi.it

Dicirmservizi

HACCP on Board – Autocontrollo dell’igiene della aree destinate alla preparazione e conservazione dei cibi

HACCP on Board – Autocontrollo dell’igiene della aree destinate alla preparazione e conservazione dei cibi

La  tutela  della  salute  degli  equipaggi,  prevista,  tra  l’altro,  dalla  MLC  2006,  ha  come presupposto il mantenimento di un’adeguata igiene a bordo ed il controllo igienico-sanitario delle aree predisposte alla preparazione dei cibi ed alla loro conservazione.

Le operazioni di verifica della corretta esecuzione della pulizia e sanificazione sono effettuate per mezzo di tamponi superficiali che vengono appoggiati per il campionamento sulle superfici da verificare. La presenza di microrganismi viene svelata dalla crescita di colonie sul terreno incubato a 37°C. Più il numero di colonie che si sviluppano è alto, più la superfice non è stata ben pulita e sanificata.

L’adozione e il rispetto di un sistema HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) come approccio alla sicurezza alimentare può ridurre tale rischio. Il sistema di autocontrollo HACCP è riconosciuto a livello mondiale come un approccio di tipo preventivo e sistematico per la sicurezza alimentare e come tale affronta i rischi attraverso la prevenzione.

Adeguate operazioni di verifica sono indispensabili per saggiare la efficacia delle procedure di pulizia e sanificazione, e l’idoneità dei prodotti per la pulizia utilizzati e servono anche all’Armatore per verificare che gli addetti puliscano e sanifichino correttamente le aree destinate a preparazione e conservazione dei cibi.

Queste verifiche vengono previste dal manuale per l’autocontrollo che deve essere predisposto, che ne regola anche la frequenza dei controlli.

Il prodotto di CIRM Servizi Srl destinato alle navi mercantili senza medico a bordo include:

  1. 1. Definizione delle  procedure  HACCP  per  specifica  tipologia  di  navi  o  revisione  del manuale HACCP già disponibile;
  2. 2. Fornitura di tamponi e piastre per analisi HACCP e supervisione in remoto delle attività

stesse (identificazione date per la realizzazione attività HACCP, richiesta filmati sullo

stato generale di mantenimento dell’igiene a bordo);

  1. 3. Analisi dello sviluppo di colonie nelle piastre raccolte a bordo nave ed inviate al CIRM

per le analisi HACCP;

  1. 4. Predisposizione di misure relative alla sanificazione in caso di contaminazioni batteriche o cariche batteriche troppo elevate nei campioni analizzati;
  2. 5. Emissione di certificazione di conformità.

Per maggiorni informazioni:

info@cirmservizi.it

Dicirmservizi

Sea Health Passport (SHP)

Il Sea Health Passport (SHP)

Il software Health Passport, nasce con l’idea di rappresentare un complesso eterogeneo di informazioni sanitarie, anagrafiche, sociali, aventi lo scopo di rilevare il percorso diagnostico-terapeutico di un paziente al fine di predisporre gli opportuni interventi sanitari e di poter effettuare indagini scientifiche, statistiche e medico-legali, da portare sempre con se. Obiettivo, la condivisione dei dati clinici del paziente e la creazione di servizi online accessibili agli utenti e ai medici, per un servizio sanitario efficiente e rapido. Il tutto nella tutela dei dati e della  privacy nei protocolli di interscambio delle informazioni tra i diversi soggetti coinvolti: medici, compagnie navali e singoli utenti. Questi ultimi in particolare   potranno   accedere   ai   propri   dati   e   alla   propria   storia clinica attraverso un semplice click.  Riservato ad una categoria di lavoratori, quali  i  marittimi  per  i  quali  non  è  sempre  semplice  ed  immediato  poter usufruire di strutture sanitarie specializzate, dato che il loro ambiente di lavoro che spesso si trasforma in un vero e proprio ambiente di vita per lunghi periodi, è il mare.

 

Per maggiori informazioni

info@cirmservizi.it

 

Dicirmservizi

Sviluppo di software di TELEMEDICINA EASY CIRM

Sviluppo di software di TELEMEDICINA EASY CIRM

Le persone che vivono a terra possono avere servizi medici disponibili in breve tempo. Questo non è il caso per i marittimi imbarcati, la maggioranza dei quali non hanno un medico o personale paramedico adeguatamente addestrato e le navi possono essere in mare per giorni o settimane prima che possano raggiungere un porto.

In questa situazione, le migliori possibilità di trattamento di malattie o lesioni a bordo sono:

– Fornire consulenza medica attraverso i sistemi di telecomunicazione;

– Per garantire un’adeguata formazione del personale con responsabilità di assistenza sanitaria a bordo;

– Di avere un adeguato approvvigionamento di medicinali e attrezzature mediche essenziali (la cosiddetta cassetta dei medicinali)

In caso di incidenti o malattie in mare, ci può essere una necessità di chiedere consiglio medico a terra.

Per più di 50 anni, i servizi medici a distanza sono stati offerti, utilizzando segnali radio e il codice Morse, in continua evoluzione attraverso i telefoni satellitari e a tutte le soluzioni tecniche ad oggi in evoluzione.

Le limitazioni tecnologiche sono evidenti, Il medico non ha mai visto il paziente, e molto probabilmente non lo vedrà mai. Normalmente non può parlare con il marittimo/paziente, ma al capitano o l’ufficiale responsabile del trattamento a bordo. L’ufficiale con mansioni mediche a bordo è la persona responsabile del paziente. Le competenze tecniche e mediche dei medici di fiducia sulle navi sono scarse e variano notevolmente, così come il linguaggio e background culturale.

La telemedicina è l’unico mezzo attraverso il quale è possibile ottenere una consulenza tecnica in mare, e non vi è una significativa esperienza nei suoi vantaggi e nelle sue limitazioni. Nonostante il progresso tecnologico, l’assistenza medica alla gente di mare non è migliorata in parallelo con i progressi della medicina e delle telecomunicazioni. Quindi, qualsiasi sistema sviluppato per scopi di telemedicina marittimi deve essere estremamente semplice. Tuttavia, i sistemi devono preservare la sicurezza e l’integrità dei dati del paziente, e le informazioni ricevute dal medico.

Consapevole di questi problemi e con lo scopo di raggiungere l’obiettivo di un notevole miglioramento della qualità dell’assistenza medica erogata a bordo delle navi, CIRM SERVIZI SRL, società di supporto del Centro Internazionale Radio Medico (CIRM), ha messo a punto una proposta per la sperimentazione di un sistema per effettuare la visita di sorveglianza sanitaria a distanza.

Sviluppo di un Fascicolo Sanitario Elettronico (EHR) per la gente di mare:

Per le prestazioni mediche di buona qualità si richiede la conoscenza delle informazioni di base e della storia clinica di un paziente.

La raccolta di informazioni di base della gente di mare sarà sicuramente importante per fornire loro cure mediche di alta qualità. Molto spesso i dati ricevuti dal capitano della nave in una richiesta di consulenza medica sono imprecisi e non includono i risultati di esami medici di base che il marittimo eventualmente ha effettuato.

Il concetto di fornitura di assistenza medica ai marittimi non dovrebbe essere limitato come supporto per l’attività di consulenza medica a bordo da un Telemedical Maritime Assistance Service (TMAS), ma dovrebbe essere estesa anche in caso visite mediche effettuate dai medici a terra o eventuali ospedalizzazione del marittimo.

Cartelle cliniche elettroniche (EHR) del marittimo CIRM SERVIZI SRL le sta offrendo e si basa su un software sviluppato appositamente per le esigenze del marittimo.

Il software include tutti i marittimi a bordo di una data nave e quindi sarà personalizzato per ogni nave/compagnia di navigazione.

I dati clinici ottenuti da agenzie di reclutamento saranno caricati e fissati nella piattaforma fornito ai marittimi dare il consenso informato per esso.

Tali dati saranno utilizzati in consulenza medica caso per caso da CIRM SERVIZI SRL dove verrà richiesto un determinato paziente.

Telemedicine Corners

L’EHR viaggia con il paziente in quanto può essere fornito da CIRM SERVIZI SRL al marittimo in ogni momento, sotto forma di un file PDF protetto da password (bilingue se richiesto inglese /italiano), che potrà essere aperto/visualizzato solo da parte del marittimo attraverso password fornita a lui / lei da CIRM SERVIZI SRL

Con questo sistema ogni medico può quindi guardare la storia medica/clinica di un paziente, informazioni mediche quindi che viaggiano con il marittimo.

EasyCIRM, il sistema per uniformare le richieste di consulenza medica per CIRM SERVIZI SRL

EasyCIRM è un’applicazione da collocare a bordo delle navi per migliorare le richieste mediche a distanza di assistenza da parte di CIRM SERVIZI SRL basata sulla standardizzazione delle consultazioni di telemedicina marittima.

L’obiettivo finale di questa applicazione è di uniformare il più possibile la pratica di consultazioni mediche a distanza, per superare le barriere linguistiche e problemi correlati che potrebbe effettivamente verificarsi in qualche tipo di comunicazioni via satellite.

Il sistema che viene messo su un dato computer (dedicato), ai sottoscrittori del servizio per evitare problemi di compatibilità, è più preciso e completo in termini di informazioni contenute nella richiesta di assistenza rispetto ai metodi di comunicazione classici basati su messaggi e-mail o telefonate.

Il vantaggio principale è che i dati ricevuti dal centro medico sono più facilmente gestibili, in quanto sono standardizzati.

Ciò consentirà di risparmiare tempo (vengono trasmessi i dati principali di una malattia e lo stato del paziente).

 Easy CIRM rappresenta uno strumento innovativo per la pratica della telemedicina marittima, consentendo a CIRM SERVIZI SRL di fornire soluzioni più accurate e più rapide di diagnosi e terapia.

La diagnosi rapida e più precisa sarà ovviamente il presupposto per un trattamento migliore con tutti i vantaggi che può offrire.

Supervisione cassetta medicinali.

La Farmacoterapia rappresenta un pilastro della medicina moderna.

Questo è vero anche in caso di malattie o incidenti che si verificano a bordo delle navi.

Le navi dovranno collocare obbligatoriamente data quantità di medicinali e farmaci che possono variare a seconda della bandiera delle navi.

L’esistenza di molteplici liste nazionali e alcuni tra quelli sovranazionali (OMS, UE) non aiuta ufficiali di bordo con mansioni di controllo della farmacia della nave ad eseguire facilmente il loro lavoro.

Le cassette dei medicinali considerati per alcuni paesi non sono gli stessi negli altri e questo potrebbe creare confusione e sanzioni agli ufficiali di bordo con compiti di controllo della farmacia i quali non hanno abbastanza conoscenza della farmacologia, per esempio: (una scatola di prodotti soggetti a limitazioni prima di approdare in Russia o quando una nave ferma in Nigeria).

A livello internazionale, abbiamo oggi le seguenti liste:

1) Una raccomandazione “vecchio” di WHO / ILO / IMO nella seconda edizione della Guida medica internazionale per le navi – IMGS 2 – con quantitativi di ogni farmaco per essere trasportato su indicato. Fino ad oggi questo elenco è stato in uso, a dispetto di uno nuovo nel 3 ° edizione di IMGS, a causa delle sue raccomandazioni di quantità, anche se alcuni farmaci in uso al giorno d’oggi sono carenti.

2) Nella scorsa edizione del IMGS – il IMGS3 – c’è un altro elenco aggiornato, questa volta senza le quantità consigliate. La mancanza di quantificazione ha causato un sacco di problemi sia per armatori, marittimi, i fornitori e gli ispettori – ciò che dovrebbe essere a bordo Nessuno lo sa. Quando dobbiamo richiedere una nuova fornitura di un dato composto

3) Il cosiddetto “Quantificazione Addendum: Guida medica internazionale per le navi 3rd edition” di WHO è stato pubblicato nel settembre 2010. La sorpresa è che l’OMS aveva dichiarato piuttosto esplicitamente che non c’era bisogno di quantificazione del contenuto Nave petto Medicine.

In queste condizioni appare evidente che l’auto-controllo della farmacia della nave non è sufficiente e anche il delegare questo compito alle farmacie o organizzazioni che vendono medicinali locali non è la soluzione migliore.

CIRM SERVIZI SRL ha sviluppato un sistema di raccolta di dati sulla disponibilità di cassette medici per singole navi.

Ciò permette di garantire la prescrizione precisa dei farmaci disponibili a bordo, l’identificazione di loro per numero e cosi una conseguente riduzione dei possibili errori nella somministrazione di composti farmaceutici ai marittimi.

Spesso le prescrizioni non sono adeguate a causa della mancanza di un dato composto perche’ è scaduto o terminato.

I dati della raccolta mensili sulla disponibilità della farmacia della nave con prescrizioni del rifornimento dei farmaci mancanti eviterebbe sicuramente l’incorrere in questi problemi.

Farmacie di bordo devono essere adeguatamente mantenute e ciò può essere fatto attraverso le ispezioni tramite telepharmacy della farmacia della nave, da parte di farmacisti autorizzati nel quadro di organizzazione che CIRM SERVIZI SRL realizzerebbe chiavi in ​​mano (servizio con l’emissione di certificati di conformità internazionali).

Dispositivi di telemedicina a bordo

Le richieste di assistenza medica da navi a un centro specializzato a terra, in generale, continuano a seguire la stessa procedura utilizzata probabilmente 100 anni fa.

Questa descrizione è seguita da alcune domande (intervista) da parte di un medico del centro di telemedicina per raggiungere una diagnosi presuntiva che porterà al miglior trattamento del problema possibile.

Grazie al progresso della tecnologia, un medico è in grado di valutare un paziente di persona, anche se non a bordo, utilizzando dispositivi medici digitali che possono raccogliere parametri vitali, monitorare i progressi, visualizzare le lesioni esterne, catturare immagini di pelle, orecchie, occhi e tutte le altre aree del corpo.

Tutti i dati saranno trasferiti alla piattaforma EasyCIRM e diventeranno file allegati al messaggio di posta elettronica per la richiesta di consulenza medica.

Fornitura del dispositivo di base necessaria è elencata di seguito:

– Termometro a infrarossi

– Fotocamera di alta qualità

– Fonendoscopio elettronico

– Misuratore di pressione

– ECG con 12 derivazioni ECG

– Spirometro e SPO2 (saturimetro)

– Glucometro

– Audiometro Test (se necessario)

Per maggiorni informazioni:

info@cirmservizi.it

Dicirmservizi

Sorveglianza Sanitaria a bordo nave

Sorveglianza Sanitaria a bordo nave

La gente di mare rappresenta una categoria di lavoratori per la quale la tradizione e le normative hanno considerato importante una attenzione sanitaria speciale, sia in rapporto ai rischi specifici di tale attività lavorativa, che per il fatto che la nave, oltre a rappresentare l’ambiente di lavoro, può spesso diventare anche ambiente di vita per tempi prolungati, con una conseguente estensione temporale, anche notevole, delle esposizioni lavorative.

Il Decreto Legislativo 271/1999 ha sancito l’obbligo che un medico competente, designato dall’Armatore, mettendo a punto ed attuando un valido protocollo sanitario, segua adeguatamente le condizioni di salute di questi lavoratori. Controlli sanitari, quelli demandati al medico competente, destinati a completare le valutazioni tradizionali dei medici della Sanità Marittima, che mirano ad una definizione generale delle condizioni di salute dei marittimi senza una analisi approfondita di tutti gli specifici rischi cui ogni marittimo è potenzialmente esposto a bordo.

cirmservizi srl

Spetta al medico competente, la valutazione dell’idoneità al lavoro ed a determinate mansioni e dei fattori di rischio di patologie riscontrabili negli ambienti di lavoro o svolgendo specifiche mansioni. La materia, ispirata alla protezione della vita e della salute dei lavoratori dai rischi occupazionali, è regolata dal decreto legislativo (DL) 81/2008, che rappresenta l’evoluzione della precedente normativa emanata nel 1994 (DL 626/1994). La riconosciuta specificità della nave come luogo di lavoro e del lavoratore marittimo hanno portato alla emanazione di una normativa ad hoc per la tutela della sicurezza e della salute a bordo di navi mercantili, di cui al DL 271/1999. Si è in attesa dell’emanazione di uno provvedimento specifico per il settore marittimo che aggiorni il DL 271/1999 alla luce del DL 81/2008. La normativa prevede che il medico competente collabori con il datore di lavoro/armatore e/o comandante e con il suo servizio di prevenzione e protezione e realizzi accertamenti sanitari preventivi e periodici, esprimendo giudizi di idoneità alla mansione specifica. Il medico competente è anche chiamato ad istituire le cartelle sanitarie del singolo lavoratore, comunicando per iscritto al datore di lavoro/armatore ed al lavoratore l’eventuale idoneità.

L’assistenza medica dei marittimi imbarcati in caso di malattie o infortuni è demandata ai centri specializzati come il Centro Internazionale Radio Medico (CIRM) e che prendono il nome di Telemedical Maritime Assistance Service (TMAS). Una richiesta di assistenza viene formulata dal comandante o l’ufficiale responsabile del medical care a bordo, e consiste nel descrivere la sintomatologia e, per sommi capi anche un po’ di storia clinica del paziente. Storia o esami clinici recenti che, purtroppo, non sono disponibili se non frammentariamente per i medici del TMAS, con discapito della qualità dell’assistenza che può essere erogata. Eppure gli elementi fondamentali della storia clinica di qualunque marittimo imbarcato a bordo di una nave di bandiera italiana sono contenuti nella cartella clinica che il medico competente è tenuto a compilare. Il fatto è che queste cartelle restano negli archivi delle società armatrici o dei medici competenti e sono utilizzate solo per finalità di medicina del lavoro o in caso di contenzioso.

Da questa constatazione nasce l’iniziativa del progetto di cui al presente protocollo sanitario, di mettere i dati della sorveglianza sanitaria dei marittimi imbarcati nelle navi delle società che aderiscono al progetto in rete, e renderli disponibili nel caso di patologie o infortuni a bordo. Iniziativa che è parte del progetto denominato Healthy Ship, parte caratterizzante del quale è l’erogazione, attraverso una équipe specializzata del CIRM, di un servizio di sorveglianza sanitaria studiato per contribuire ad elevare significativamente la qualità della salute dei marittimi imbarcati grazie al miglioramento delle potenzialità assistenziali.

telemedkit

La pratica corrente della sorveglianza sanitaria a bordo delle navi ha contribuito certamente, secondo lo spirito del Decreto Legislativo 271/1999 e del successivo Decreto Legislativo 81/2008, del quale deve ancora essere promulgata una versione adattata alle specifiche esigenze dell’ambiente di bordo, al miglioramento delle condizioni di salute ed alla prevenzione di infortuni. Tuttavia, l’approccio finora seguito è stato limitato all’attuazione degli aspetti di tipo occupazionale previsti dalla normativa, senza possibilità che i dati sanitari raccolti dai medici competenti possano essere anche utilizzati per le esigenze di assistenza medica in caso di patologie o infortuni a bordo.

Per maggiori informazioni

info@cirmservizi.it

 

Dicirmservizi

Assistenza medica dedicata di TOP CLASS

Assistenza medica dedicata di TOP CLASS

Un team medico specializzato pronto alla riposta H24 fornirà assistenza medica e supporto per le imbarcazioni abbonate al servizio di TOP CLASS.

Per maggiorni informazioni:

info@cirmservizi.it

Dicirmservizi

CIRM SERVIZI SRL

Società di Servizi srl

CIRMSERVIZISRL


Specializzata in servizi sanitari dedicati al comparto marittimo
La quasi totalità delle navi da carico, che trasportano oltre l’80% delle merci del pianeta e sono in mare per giorni o settimane prima di poter raggiungere un porto, non dispongono di personale medico o paramedico. Sebbene al comandante sia demandato anche di dover prestare l’assistenza necessaria in caso di malattie o infortuni a bordo, le sue conoscenze mediche estremamente limitate non gli consentono di poter fronteggiare da solo patologie o danni fisici. Per ovviare a questo limite sono stati sviluppati centri specializzati nei quali medici, attraverso sistemi di telecomunicazione, guidano il comandante della nave nel fornire l’assistenza medica necessaria a chi stia male a bordo. Il più famoso di questi centri e con il maggior numero di pazienti assistiti al mondo è il Centro Internazionale Radio Medico (C.I.R.M.) che dalla propria sede di Roma fornisce assistenza medica gratuita ai naviganti di ogni nazionalità ed in tutti i mari del mondo.

Si tratta senza dubbio di una missione impegnativa svolta con professionalità. Tale attività non può essere affidata ad iniziative di volontariato dovendo, il servizio di assistenza telemedica marittima, essere svolto su base continuativa con mezzi tecnici e professionalità i cui costi sono elevati. Il well being degli equipaggi e la tutela della salute di chi è a bordo sono un onere a carico dell’armatore. Tuttavia, per tradizione, l’assistenza telemedica marittima è gratuita essendone i relativi servizi supportati da contributi pubblici che riescono a coprirne solo parzialmente gli oneri. In diversi paesi contributi dei privati che traggono benefici dal servizio di assistenza telemedica marittima sostengono i propri servizi nazionali integrando l’intervento pubblico. Tale sensibilità non è diffusa in Italia, paese in cui il C.I.R.M, il cui patrimonio originale ha notevolmente perduto di valore a seguito dell’inflazione degli anni 70 del secolo scorso, oggi può sopravvivere soltanto grazie al contributo annuale dello Stato italiano. Contributo la cui misura, per i problemi della finanza pubblica, è andata riducendosi ed oggi è in grado di coprire non più del 50-60% del costo di esercizio della Fondazione. Spesa, comunque, contenuta, essendo il costo medio per paziente assistito dal C.I.R.M. inferiore a quello della media dei paesi europei che, tra l’altro, offrono servizi meno articolati rispetto al C.I.R.M.

Per potere continuare a svolgere la propria missione umanitaria nonostante la carenza del contributo pubblico e la poca propensione a sostenere strutturalmente il Centro da parte di coloro che sono potenzialmente interessati al mantenimento del C.I.R.M. è stato necessario orientarsi verso l’offerta di servizi che obblighi normativi assegnano all’armamento e che l’armamento stesso acquisisce dal mercato.

Per svolgere questa attività di sviluppo, offerta e gestione di servizi in ambito sanitario per le flotte navali mercantili, nel luglio 2014 nasce CIRM SERVIZI SRL Società di Servizi della Fondazione C.I.R.M. Centro Internazionale Radio Medico con sede a Roma in via dell’Architettura 41.

CIRM SERVIZI SRL ha sviluppato diversi servizi per fornire un valido strumento per l’armamento che consenta alle navi in navigazione di adempiere agli obblighi derivanti dalla MLC 2006. Servizi i cui proventi vanno a sostenere il C.I.R.M. e che sono:
SALUTE

· Esami Medici dei Marittimi

CIRMSERVIZISRL


· Stress

CIRMSERVIZI SRL


· Medicina Occupazionale


· Ispezione Farmacia di bordo a distanza

CIRMSERVIZI SRL

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi